Tuesday, August 19, 2014

Hotel California


Ho scelto questa deliziosa immagine di Charlotte Casiraghi perché lo stile non deve MAI essere abbandonato nemmeno quando si è in condizioni di "grandi cambiamenti" fisici.
Charlotte è elegantissima e chic nella più totale semplicità anche quando aveva questo meraviglioso pancione, periodo della vita in cui invece la maggior parte tende a infagottarsi e rendersi un disastro.
La maternità rende le donne bellissime non goffe e informi.
Ma l'outfit semplicissimo da giorno di Charlotte è anche lo spunto per parlare di "decoro" quando si va in vacanza in albergo.
Ricordate che se volete la più totale libertà il solo posto consentito è casa vostra, in qualsiasi altro luogo (campeggio incluso) esistono delle regole di buonsenso e buongusto oltre a buona educazione.
Possiamo trovarci all'Hilton così come alla pensione Miramare ma le regole sono le stesse cambia solo la "formalità".

COLAZIONE/PRANZO
Dipende da dove ci si trova e in quale contesto.
Se ci troviamo a Londra e siamo in visita alla città  faremo solo la prima colazione e saremo vestiti da turisti quindi ci si regolerà come dagli articoli precedenti riguardanti i Look per Lui e per Lei.
Il pranzo inevitabilmente sarà in qualche ristorante o pub in città e si rientrerà per la cena.

Se invece ci troviamo in località di villeggiatura quasi sempre si presenterà la scelta mezza pensione o pensione completa, la sostanza non cambia.
La prima colazione sarà fatta prima di andare in spiaggia quindi avremo un abbigliamento da mare.
Siamo comunque in una struttura alberghiera non in un villaggio con ristorante in spiaggia quindi evitiamo di scendere con bikini in bella vista, anche se siamo adolescenti, siamo pur sempre a tavola.
Perfetto un abitino o un prendisole, perfetti short e maglietta o top, perfetto anche il pareo purché non  trasparente e annodato ad abito.
Per lui perfetti short e maglietta o polo, oppure bermuda.
La canotta da vogatore per cortesia evitiamola e riserviamola all'innata eleganza di Becks.
Via libera a colorate Havaianas e alle storiche Espadrillas per entrambi.

Se non si rientra per il pranzo, ma si sceglie di restare in spiaggia, si mangerà inevitabilmente al bar dello stabilimento... 
A pranzo ci si va vestiti e dopo aver fatto la doccia per eliminare sabbia e sale (quest'ultimo solo per non danneggiare i capelli)
Lei indosserà il pareo in questo caso anche annodato in vita o gli short, lui gli short o i bermuda.
Se si rimane in spiaggia la maglietta può anche rimanere all'ombrellone, se si esce in strada per raggiungere i bar al di fuori della zona balneare il pareo sarà indossato ad abito e per Lui rigorosamente sarà indossata la maglietta. Girare per strada in bikini o a torso nudo è l'esatto contrario dello stile, inaccettabile anche se si è adolescenti con fisico perfetto.
Se invece si rientra in albergo, prima si passa in camera, doccia per eliminare sabbia e sale, cambio del costume e ci si veste come per la colazione. Vietatissimo scendere a pranzo bagnati e con pareo annodato in vita o per gli uomini a torso nudo. Il non sedersi a tavola bagnati e svestiti oltre a una questione di eleganza è anche una questione igienica.

CENA
A cena si scende vestiti.
Se siamo rimasti in spiaggia fino alla chiusura dell'ultimo ombrellone peggio per noi, si sale, ci si fa la doccia, ci si veste in maniera consona e si scende.
Ovviamente la cena all'Hilton prevederà un abbigliamento molto elegante, mentre la cena alla pensione Miramare lascerà liberi di scegliere un outfit più semplice, ma sempre adatto a una cena.
Lui sarà perfetto con polo e pantaloni di cotone o jeans, lei andrà benissimo con un delizioso vestito a fiori e monili dal sapore etnico (mi raccomando 1 solo per volta vista "l'importanza" dei monili di questo stile).
Sarà sempre perfetto per lui camicia e giacca Navy e per lei il tubino.

La tendenza al mare purtroppo è quella di esagerare, specialmente per quanto riguarda gli accessori.
Le borse di paglia sono molto carine, ma sono da riservare alla spiaggia o alle uscite diurne per mercatini e passeggiate lungomare.
Le trasparenze vanno benissimo ma che siano discrete, evitiamo di avere tutta la biancheria a vista perché è davvero volgare.
Si a monili coloratissimi o etnici anche importanti, ma indossando un solo pezzo.
Un anello, oppure gli orecchini, oppure la collana, o un bracciale.
Per cortesia NO a girare per strada come foste la Madonna di Pompei.
NO anche a girare ricoperte d'oro (io non amo l'oro giallo, trovo che invecchi e involgarisca, ma questa è opinione del tutto personale), avete presente quelle "signore" con pelle rugosissima, trucco e pettinatura alla Moira Orfei (solitamente colore biondo platinato) vestire con colori accesissimi e ricoperte d'oro con parure che almeno fossero coordinate? Vi sembrano di classe?

LA SPIAGGIA
Che l'abbronzatura per cortesia sia discreta, oltre a far male è anche orribile e invecchia anche esteticamente.
Idratatevi il più possibile, idratate i capelli, e cercate di ottenere un discreto color miele, sano e raffinato di chi si sa godere la vita, non il nero lampadato o ottenuto con il foglio di alluminio.
In spiaggia non si disturbano i vicini ne posizionando giganteschi animaloni in gomma che impediscono il passaggio, ne con musica a tutto volume (la maggior parte degli stabilimenti ha già gli altoparlanti), tantomeno facendo sentire a tutta la spiaggia i fatti nostri al cellulare.
Attenzione se si gioca a riva, facciamolo si ma con criterio ed educazione, ricordiamoci che ci sono bambini, anziani, persone che passeggiano e che potrebbero farsi male per la nostra stupidità.
I cani se possibile evitiamo di portarli in spiaggia, in albergo o in casa staranno benissimo, eviteranno di cuocersi al sole e soprattutto non saranno un problema.
Io ho Sam sempre con me, ma in spiaggia no.
L'animale può disturbare i vicini, può innervosirsi e attaccare qualcuno oppure semplicemente essere infastidito dai ragazzini... lasciamolo tranquillo in Hotel e ci godremo la vacanza tutti, lui per primo.
Evitiamo tuffi con relativa spanciata modello "Poveri ma belli", il coatto style è out.
Il costume... croce e delizia...
Io non ritengo che ci siano dei limiti drastici dovuti all'età anagrafica, però dei limiti dovuti all'estetica si.
Se non siete  giovanissime ma il vostro fisico lo consente osate pure il bikini, ma che sia un modello elegante e adatto all'età (La Perla e Triumph hanno dei modelli bellissimi).
NO al bikini ridottissimo con laccettino e fiocchetti a meno che non siate adolescenti, assolutamente NO a costumi a tricot adatti solo fino max 14 anni e siete magrissime.
NO a costumi che non includano un sostegno per il seno, a meno che non abbiate 20'anni e non siate una tavola da surf. Il costume low cost purtroppo è un'utopia, lasciatelo alle adolescenti e spendete qualcosa di più, ne varrà la pena.
ASSOLUTAMENTE NO a topless e tanga se siete su una spiaggia pubblica, ci sono spiagge apposite se vi piace prendere la tintarella integrale (che per ragioni di salute è OUT) recatevi nei luoghi adeguati.
L'esibizionismo gratuito nelle spiagge pubbliche è sgradevole e decisamente cafone soprattutto considerando che la maggior parte di chi si esibisce sarebbe meglio invece scendesse in spiaggia con il burka.
Se il fisico non consente il bikini, non ostiniamoci, il costume intero è quanto di più di classe in spiaggia ci sia, e non per forza nero. Ricordiamoci che le nostre macerie non interessano a nessuno, qui usiamo fino in fondo buonsenso e buongusto. 
Per gli uomini io personalmente preferisco il boxer che sta bene a tutti qualsiasi tipo di fisico abbiate, e qualsiasi età abbiate.
In spiaggia non ci va truccate!!!! Al massimo se non potete farne a meno (ma per qualche ora se la pelle respira non è un male no?!) concesso il mascara waterproof e un idratante sulle labbra (da mettere più volte per evitare screpolature)

In albergo come ci si comporta?
Sarà materia del prossimo post.
A presto
Un bacio e W la vacanza GLAM!!!


















Monday, August 18, 2014

Classy Man walking


Chissà perché quando si parla di "classe" ci si riferisce sempre alle donne, come se agli uomini l'argomento non dovesse interessare. Ne siamo così sicure? Il modello "Cetto La Qualunque" piace davvero a qualcuna?
Si dice che "La classe di un uomo si vede dal tipo di donna che corteggia ", io sono assolutamente d'accordo, anche perché è molto raro che un "truzzo style" si avvicini a una Lady Middleton... e se lo facesse si esporrebbe al ridicolo!
E poi diciamocelo chiaramente quante di noi sono attratte davvero da uomini volgari, cafoni, ignoranti e malvestiti? Poche, veramente poche anche nell'adolescenza. 
Cosa vuol dire quindi per un uomo avere classe? L'abbigliamento ci piaccia o meno è il nostro biglietto da visita, siamo superficiali? 
Se voler essere al top da qualsiasi punto di vista significa esserlo... beh io lo sono e me ne vanto!
Io voglio il meglio sempre e in ogni circostanza (il che come ben sapete non dipende dal portafogli)
Un uomo di classe non necessariamente deve essere vestito da "pinguino" 24 ore su 24, personalmente non amo giacca e cravatta se non in occasioni più che formali, via liberissima al casual dunque purché sia chic!
Come icona maschile ho scelto "Becks" sempre perfetto qualsiasi cosa indossi, attenzione però... Becks è una star a lui sono concesse anche stravaganze che i comuni mortali sarebbe meglio evitassero, perchè la linea che separa lo stile dalla truzzaggine è veramente sottile.
Per il giorno perfette le polo, e osate pure se il fisico ve lo consente qualche colore deciso purché abbinato a jeans o pantaloni di cotone di buona fattura e scuri o bianchi. La polo si porta sia fuori che dentro i pantaloni è perfetta in ogni caso, fuori è più sportiva e maschera qualche difetto inevitabile se non si è giovanissimi. Assolutamente no ai pantaloni colorati, accettabile solo il rosso o qualche tonalità di blu se perfettamente abbinati. Via liberissima a camicia bianca stile sudamericano e jeans ma per cortesia evitare di sbottonare fino all'ombelico, il petto in evidenza è orrendo, se poi corredato di ferraglia  varia si commenta da se. Perfetti anche i maglioni di cotone. No a camice fantasia, si a righe eleganti o alla tinta unita, anche per le camice si ai colori se ben abbinati ai pantaloni. La camicia con i jeans è perfetta anche tenuta fuori.
Si a giacca sportiva e jeans per occasioni informali, vietatissima ai matrimoni se non siete giovanissimi.
Vietatissime le camicie a maniche corte, se fa caldo usate rigorosamente le polo.
Per la sera valgono le stesse regole, considerando però dove si sta andando.
Per una cena di coppia l'eleganza sportiva va sempre benissimo se più formale meglio la giacca concessa anche senza cravatta a seconda dell'occasione (ovviamente cene aziendali, cerimonie e altre occasioni formali la cravatta è d'obbligo! Vietatissime le fantasie ridicole!)
Lo smocking si mette solo se richiesto in occasioni FORMALISSIME, il Frac è da evitare assolutamente il 90% di voi sembrerebbe la controfigura di Danny De Vito che impersona "Penguin"
Per le scarpe... con un casual glam mocassini e scarpe sportive in generale sono perfette, evitare come la peste nelle occasioni formali, in quel caso le scarpe eleganti sono d'obbligo (Becks indossa anche scarpe da tennis, ma voi evitatelo). No a calzino corto bianco in evidenza o con sandalo, e possibilmente evitiamo anche il sandalo! I calzini si portano scuri e per favore non coordinati con camicie e polo (si vedono delle cose veramente ignobili in giro)
Infradito e espadrillas si riservano rigorosamente alla spiaggia o alla passeggiata mattutina con il cane sul lungomare con canonico acquisto di giornale, idem per short e bermuda.
No ad alcun tipo di canotta, esistono delle magliette molto carine che possono essere usate per la spiaggia.
No in nessun caso a magliette con scritte ridicole e di dubbio gusto, sono sgradevoli anche tra adolescenti, se ve le regalano tenetele solo per ricordo. No ad alcun tipo di ferraglia!!! I soli gioielli ammessi sono la catenina (che deve essere discreta e non vedersi quasi), la fede e l'orologio. Ok anche ai "gemelli" ma solo in occasioni formali. Bellissimi gli orologi sportivi ma da riservare solo all'abbigliamento puramente casual, per i momenti formali un orologio elegante.
Per la biancheria vale il discorso delle magliette, niente biancheria ridicola, o il vostro appuntamento sappiatelo sarà il primo e ultimo, relegate i regali goliardici al cassetto dei ricordi.
No assolutamente anche a tatuaggi e orecchini, Becks è Becks, voi passereste per i coatti dell'ultima ora.
Ok al suo stile, Ko alle sue stravaganze Holliwoodiane.
Ok la barba di qualche giorno, baffi o pizzetto se ben curati, no a barba e baffi incolti e trasandati.
No assolutamente a capelli lunghi, o legati con coda specialmente se i 20'anni li avete superati da un pezzo andavano bene solo per un Fiorello anni '80. Ok a capelli leggermente lunghini sul collo se siete alti, ricci e se li tenete curati.
Si a un fisico curato e in forma, assolutamente no al ridicolo iperpalestrato, traslucido, straunto e glabro.
Un uomo deve essere un uomo, un po' di pancetta se non avete vent'anni è normale e non disturba affatto.

MODALITA' COMPORTAMENTALI
Come si comporta un uomo di classe?
Per prima cosa evita di strafare e mostrare al mondo intero griffe, soldi, titoli accademici, lavorativi e quant'altro, "Lo sborone" (detto alla milanese) è patetico, non di classe.
Conosce l'uso della lingua italiana, non litiga con il congiuntivo, riesce a formulare una frase di senso compiuto che comprenda soggetto, verbo e complementi al posto giusto.
Non intercala ogni 3 parole con riferimenti a parti anatomiche e soprattutto non bestemmia, il parlare come un camallo fa pena, non fa figo. Bisogna sempre ricordarlo perchè sembra che nel 2014 sia di moda bestemmiare anche per le donne... se già fa schifo in un uomo, in una donna...
Non abbassa il finestrino per fischiare o commentare le passanti, non fa battute ne commenti di dubbio gusto nemmeno ad amiche trentennali, figuriamoci a persone che si conoscono solo superficialmente, non fa milioni di complimenti sull'aspetto a una donna con cui è a cena perché al terzo stupido e ripetitivo commento alla signora inevitabilmente comincerà a mancare l'aria e voi  passerete per viscidi.
Aprire la portiera dell'auto, tenere la porta aperta al ristorante (unico luogo attenzione oltre alle scale in cui è d'obbligo se avete classe passare per primi) e scostare la sedia alla signora non provoca gravi forme di orchite attentando alla vostra virilità e sono gesti ancora oggi più che graditi specialmente quando si sono passati da tempo i vent'anni. Evitate commenti del tipo "sono ridicole formalità", avete già fatto una pessima figura non aggiungetene una seconda.
Il telefonino RIGOROSAMENTE SPENTO o in MODALITA' SILENZIOSA, e non si guarda mai durante la cena, a meno che non siate la reincarnazione del Dr Barnard e senza di voi non si può operare a cuore aperto. Dal momento che sicuramente non è così, non esiste ragione per cui dobbiate tenere acceso il cellulare. Se proprio cascasse il mondo e non possiate fare a a meno di rispondere, vi scusate, vi alzate e uscite, i fatti vostri non interessano tutto il locale.
Il cellulare si tiene RIGOROSAMENTE IN TASCA, non sono ammesse deroghe di alcun genere.
Una chiamata per questioni di vita o di morte è a fatica accettabile, due no e soprattutto vi faranno passare per cafone non sicuramente per uomo impegnato. A tavola non si discute di politica o di calcio, a meno che non lo si faccia tra vecchi amici e in maniera scherzosa e soft.
Ci si siede in maniera corretta evitando di sdraiarsi sulla sedia, accavallare le gambe, appoggiare il braccio sulla sedia della signora modello "è mia e nessuna la tocca".
Non si chiama il cameriere urlando e schioccando le dita, e ci si rivolge al personale in tono educato e con un sorriso, ricordatevi che siete a cena in un ristorante di classe, il personale è accuratamente selezionato e sicuramente di classe ne ha 100 volte più di voi o non lavorerebbe li.
Se ci sono lamentele non si discute con il cameriere in sala, ci si alza e si discute all'ingresso, stessa cosa se si chiede l'intervento del Direttore o proprietario, tutti possono sbagliare anche voi e fareste solo una pessima figura. Non si cerchi di fare l'intenditore di vini, di pesce, di piatti raffinati o quant'altro scimmiottando Cracco, lui è uno Chef pentastellato, voi no e soprattutto non atteggiatevi a quel che non siete si capirebbe subito e sarebbe peggio.
No anche agli atteggiamenti da "sinistrorso nerd residuato anni '70" che contesta "un certo tipo di cinema", "un certo tipo di musica", "tutto il sistema", "un certo tipo di letteratura", scendete dal piedistallo perché otterreste solo il ridicolo, non c'è nulla di male ad andare al cinema a vedere Indiana Jones purché il target non sia solo quello, ma di sicuro stufereste di brutto la signora che è uscita con voi o gli amici se cercaste di passare per un clone di Cacciari, a lui è concesso è un personaggio, a voi no, lo pseudo intellettuale sinistrorso dell'ultima ora che apre la bocca per dargli fiato è OUT da decenni.
Non si parla mai di soldi!!! Non ci si lamenta del proprio lavoro ne di quanto si guadagna.
Non si sceglie un ristorante a 5 stelle per poi cercare sul menù l'acqua naturale come unico alimento perché è quello che costa meno e soprattutto non si fa pesare alla signora o agli amici che il posto è costoso.
Se non potete permettervelo scegliete una pizzeria o un locale più modesto e godetevi serenamente la serata, piuttosto che fare la figura dei tirchi.
Il "braccino corto" non è ammesso! Al ristorante è buona norma che sia l'uomo a pagare il conto, la prima volta è d'obbligo, se ci saranno altri appuntamenti sarà cura della signora non passare per scroccona e non trattarvi come bancomat. 
(In ogni caso non si discute mai di soldi in sala davanti a personale e clienti).
Non si propone di fare "alla romana" e tanto meno si fa pagare la signora non avreste una seconda possibilità.
Non ci si alza per fumare lasciando la signora al tavolo sola, e non lo si fa nemmeno in compagnia di amici.
Per due ore non fumerete, i vostri polmoni ve ne saranno grati.
Non si fuma in auto se portate a bordo qualcuno, si guida da persone intelligenti e si rispettano le regole, il cretino ubriaco marcio che va in autostrada a 200 all'ora non fa più ridere nemmeno nei film di Verdone, idem per emissione di qualsisi "suono" sgradevole.
Le regole di buona educazione e classe sono estese anche ai social network, mantenere un low profile è di classe anche in rete.
Leggere qualcosa che non sia solo "La gazzetta dello Sport", guardare programmi che vadano oltre "Il processo del lunedì, l'appello del martedì, il contr'appello del mercoledì , la cassazione del giovedì ecc., guardare qualche film che non sia solo  vacanze di Natale vi aiuterà ad avere una conversazione sciolta e interessante.
Qualche museo, città d'arte, mostra ecc. non fanno male e aprono la mente, così come viaggiare e imparare qualche lingua straniera, vivere nel villaggio turistico 24 ore su 24 partecipando a tutti i giochini più assurdi è abbastanza ridicolo specialmente se poi ci si atteggia a "quelli che le vacanze solo all'estero perché è alla moda" 
Il dialetto di qualsiasi regione sia è un patrimonio da conservare gelosamente ma non è ammesso come lingua straniera ne come sostituto dell'italiano.
Non possiamo pretendere di andare in giro parlando solo milanese, bergamasco, napoletano, calabrese e via dicendo. Quando si viaggia ci si adatta, non si cercano spaghetti e minestrina della mamma, si cerca di vivere pienamente il luogo in cui ci si trova rispettandone cultura e tradizioni anche culinarie.
Se non siete in grado di farlo... restate a casa.
Se siete in vacanza con altre persone, siete in vacanza! No a braccini corti, lamentele continue sulle spese e sulle attività che non vi vanno mai bene ecc. Se non siete in grado di vivere con gli altri state a casa e non avvelenate le vacanze a nessuno.
Non fa figo maltrattare animali, schiacciare insetti, cacciare o non rispettare ambiente e natura, il 90% delle donne vi troverà squallido e da evitare, se scegliete l'altro 10% vuol dire che non siete uomini di classe e non intendete diventarlo, quindi non proseguite nella lettura dell'articolo, sarebbe tempo perso.
Se la signora è terrorizzata dalla presenza di un insetto ci si arma di giornale o cartolina e lo si manda fuori
(la signora ovviamente di classe non inizierà a strillare come un'aquila affetta da una grave forma di raucedine ne salterà come una tarantolata nemmeno se si trova tra le mure domestiche.)
Non si buttano mozziconi di sigaretta da nessuna parte che non sia il posacenere se non è presente bicchierino di carta e acqua si possono reperire con facilità ovunque, evitate possibilmente di dover far intervenire un esercito di Canadair per la vostra dabbenaggine.

Non è difficile no? Basta applicarsi un pochino e vien da se... il coatto è OUT recuperiamo lo stile.
La classe è innata anche per gli uomini, è innegabile... o c'è o non c'è, ma tutti possono imparare e migliorarsi.
E ricordate... ci sono cose che a una donna vengono in qualche modo perdonate... a un uomo no.

Buona giornata a tutti voi

























Sunday, August 17, 2014

Buona Domenica


Passeggiando con Sam in marina, mattina presto tra l' aria frizzante del porto e il profumo di caffè caldo e croissants fragranti che si leva dalle barche ormeggiate, un vicino simpaticissimo mi regala delle mele... colte da un albero nella zona verde alle spalle del borgo, delicatamente adagiato tra mare e collina.
Milano e il suo rumore è così lontana... 
Ora capisco perchè Renoir sedesse su queste spiagge a dipingere, la pace, il relax, l'eleganza discreta, il fascino raffinato che emanano questi luoghi è impagabile.
L'ho vista tante volte e ogni volta è come fosse la prima, me ne innamoro sempre... La Costa Azzurra è così, un po' come il primo amore cui non pensi più durante la vita di ogni giorno ma che lascia sempre un po' di dolce nostalgia nel cuore al momento in cui per caso lo incroci.
Nostalgia per il tempo passato, per quegli attimi che non ritornano ma che una foto o un dipinto rendono eterni.
E proposito di foto... un altro motivo di orgoglio!!!
Una scrittrice spagnola che ha avuto modo di vedere e valutare alcune mie fotografie pubblica questo...


"Silvia Ramilli excepcional fotógrafa italiana"

Rilassata, felice, orgogliosa e carica come non mai!!!
Ringrazio compiaciuta!!!
Mi sento ALLA GRANDE RAGAZZI!!!!!!!!!!!!!!!

Buona Domenica a tutti voi!!!
La mia splendida vacanza continua!
A presto
Si


 






Saturday, August 16, 2014

Quando cucina lui


E quando è lui ad andare in cucina?
Nel più totale relax si cena a "Pasticcio di melanzane"!!!
Lo spazio non sarà molto, ma dopo un'intera giornata di mare la fame si fa sentire... e per salvare la linea, un piatto perfetto!

PASTICCIO LEGGERO DI MELANZANE
Prendete 3 melanzane lunghe e dopo averle affettate e messe sotto sale perché l'acqua di vegetazione, grigliatele.
Disponetele in una teglia unta d'olio evo.
Disponetevi sopra una dadolata di pomodori anch'essa precedentemente messa sotto sale, dadini di mozzarella e basilico.
Sale, pepe, olio evo e infornare 15-20 min.
Passare al grill per qualche minuto e servire.
Semplice e leggero!!!
Buona cena e buona serata a tutti voi!


Friday, August 15, 2014

Less is more

Buon Ferragosto a tutte voi!
Come lo passerete? Grigliata con gli amici? 
Pranzo al ristorantino sulla spiaggia? Cena romantica e fuochi artificiali?
Dovunque siate spero che lo passiate in buona compagnia a fare quello che più vi piace nella più totale serenità e nel più totale Relax.
Le Lavandou è uno dei luoghi a mio parere più incantevoli della Costa Azzurra, con le sue 12 spiaggie bianche che si perdono nel mare blu zaffiro.
Da qui è passato il meglio del jet set e dell'arte, la classe e l'eleganza sono di casa.
In questi giorni sto vedendo veramente di tutto sulle spiagge, il "coattame"e la più totale maleducazione  imperversano ovunque e purtroppo io non riesco a non guardarmi attorno, è più forte di me...
Abbigliamento sconveniente e modi da camallo sono un must quasi ovunque ormai sono veramente superati e scontati... siamo IN, distinguamoci per favore.
Un ritorno deciso e fermo a buone maniere e abbigliamento decente dovrà essere il MUST della prossima stagione!
Per affrontare al meglio la giornata Ferragostiana ho selezionato qualche look che può fare al caso nostro... 

LA GRIGLIATA IN GIARDINO
Sperando che il tempo ci assista (qui è bellissimo) tutto il giorno, la grigliata in giardino è una delle attività Ferragostiane più gettonate e io personalmente se sono a casa la amo moltissimo.
C'è qualcosa di meglio che trovarsi con la famiglia e gli amici di sempre davanti a una tavola fresca con buon cibo e buon vino?
Un look fresco e adeguato sono sicuramente un bel paio di short, una semplice blusa e sandali bassi o infradito gioiello, oppure se siete nel giardino della casa al mare un delizioso semplice tubino osando accessori più "nautical style".
Semplice, discreta e chic
(a meno che non siate il fuochista, cosa che comunque mi sento di escludere)





IL PRANZO AL RISTORANTE
Se siete invece del partito "Ferragosto relax più che totale" (io quest'anno) il pranzo sarà sicuramente al ristorante.
Una passeggiata tra i viottoli lastricati di sanpietrini, il profumo dei fiori, i negozietti tipici che invogliano a curiosare, e dulcis in fundo una tipica trattoria vista spiagge o un ristorantino con terrazza sul mare.
Stiamo passeggiando, pigri turisti Ferragostiani, leggermente abbronzati (per cortesia totalmente out l'abbronzatura da lupo di mare marrone nutella che sa di lampada lontano un km)...
Anche in questo caso via libera agli short ma con un tocco glam in più oppure a pantaloni di cotone colorati, jeans glamour o freschi caftani, abbinati a infradito gioiello, sandali in cuoio o zeppe in corda.







Una versione più "cittadina" se foste turiste in giro per città d'arte o in visita a qualche capitale può prevedere comunque gli short (se fa molto caldo sono perfetti) adattandoli a un look più city style.
Ovviamente banditi se siete ancora in città e dovete andare a lavorare.
Come turiste consiglio sempre scarpe glamour ma comode ricordate che dovete camminare, il tacco lo si riserva alle serate o a uscite specifiche (mi muovo solo per entrare al ristorante e li rimango), evitiamo stupidaggini alla "Real Time" perchè non c'è nulla di meno elegante di un clone di Frankenstein che non riesce a camminare, con le bolle ai piedi, che si lamenta e si ferma ogni 5 secondi.
Avete mai visto immagini di Kate Middleton issata su trampoli 12/14 quando deve per ragioni di Stato stare in piedi ore?
Prendiamo spunto dalle vere icone di stile e non da swappone ridicole "Grande Fratello Style"





Per chi invece è rimasta in città ma ha voglia di sentirsi un po' in vacanza, oltre alla scelta di un bel ristorantino di pesce (in tutte le nostre città ce n'è qualcuno carino, l' Italia in fondo è circondata dal mare no?!) via libera al tacco abbinato all'abitino fresco o alla gonna lunga con qualche dettaglio che faccia pensare subito alla vacanza e con un tocco glam cittadino.


LA CENA 
E per la sera?
Per chi è rimasta in città valgono le regole standard della cena, look casual glam se cenate in pizzeria o trattoria informale, look chic se al ristorante, ricordandovi di essere in città.
Se siete invece al mare, via libera tranquillamente a caftani e abiti floreali (sotti i quali se trasparenti come spesso accade indossare un miniabito leggerissimo con spalline o una sottoveste in seta, per cortesia la sera il costume a vista assolutamente NO, e se possibile evitate anche di giorno se non siete sulla spiaggia) se in pizzaria o trattoria, un po' più chic se al ritorante, ad esempio una jumpsuit che risulterà perfetta anche in città.
E per non sbagliare?
Se avete dubbi, ricordate che con il classico tubino sarete sempre chic.







In ognuna di queste proposte, io personalmente toglierei o cambierei qualcosa...
Ognuna di noi deve fare proprio lo stile e modificarlo adattandolo a se stessa.
Ricordando una frase fatta propria da Coco Chanel (frase di cui magari domani vi racconterò le origini)...
LESS IS MORE!

BUON FERRAGOSTO A TUTTE VOI!

Foto: BY WEB

Thursday, August 14, 2014

Riconoscimenti al mio lavoro!!!

Buongiorno mondo!!!
Pubblico qui di seguito due commenti ad alcune mie foto di un'amica giornalista/scrittrice Spagnola, che di fotografia se ne intende parecchio in quanto figlia e sorella di due famosi fotografi iberici...
E di un caro amico, Giulio che ama molto le mie foto.

"Vaya foto!!, ahora si que sí!!! . Pero a Tí te da igual donde estés...
Insisto, la maravilla que captan tus pupilas, tu profesionalidad nos la traslada. 
Esta, "chapeau"

"Espectaculares fotos"

"La sensibilità femminile di un' artista, che potenza e che voglia di vivere sanno trasmettere!"


Che ne dite? Posso tirarmela un po'?

Fa sempre piacere quando si viene apprezzati così tanto da chi se ne intende e soprattutto guarda il tuo lavoro con occhio più professionale!!!
Arrossisco, ringrazio, posto una delle foto commentate (l' Alba di questa mattina) .. e... proseguo la navigazione!

Buona giornata a tutti voi






Monday, August 11, 2014

E le stelle stanno a guardare

Ieri 10 Agosto, la notte più bella e romantica dell'anno!
Notte di stelle cadenti, notti di desideri e di una luna magica, luminosissima e straordinaria.
Notte sul ponte con il plaid, tutti col naso all'insù tra il suono delle onde e le risate in attesa di vederne una e di poter essere i primi a urlare "eccola, l'ho vista, l'ho vista!!!"
Esprimere un milione di desideri, non sapendo a quale dare spazio per primo... ma d'altra parte perchè limitarsi? 
C'è forse limite si desideri che possiamo esprimere?
Il mini-cardigan sulle spalle, una sigaretta, un po' di musica e si lascia correre il tempo che in queste bellissime acque assume sempre connotazioni diverse.
E voi avete espresso i vostri desideri?
Un bacio
Si




Sunday, August 10, 2014

Apericena in barca

La prima giornata di vacanza inizia sempre con il carico dei bagagli e con la cena serale in marina.
E naturalmente la prima sera si tende a non scendere perché stanchi del viaggio e della preparazione degli equipaggiamenti.
Per la prima serata ho pensato a un leggero apericena, piacevole e dal sapore marino piaciuto a tutti con relativi bis!
La sera si può cenare tranquillamente, si rimane fermi in marina e non si ha la sensazione di ondeggiamento che invece si può avere nelle calette dove ci si ancora in navigazione ber fare il bagno.
Via libera quindi a pesce, verdure e vino bianco o birra se lo desiderate.
Per l'apericena io ho previsto delle mini bruschette da gustare sicuramente con un buon bianco fresco, leggermente aromatico come un Pignoletto ad esempio.

Per le bruschette:
Una ciabatta da tagliare a fettine
Fiori di zucca, olive verdi , filetti di acciughe, mozzarella, pomodori, hummus

Per preparare l'hummus:
250 gr. Ceci cotti
2 Cucchiai Cumino in polvere, 2 Spicchi Aglio, il succo 1 limone 
50 gr. Olio EVO, peperoncino in polvere, prezzemolo, sale q.b
 3 Cucchiai circa di Tahina (Pasta di Sesamo)
Tritare molto finemente l'aglio e il prezzemolo in un mixer.
In un padellino tostare i semi di sesamo affinchè prendano un leggero colore dorato.
In una terrina porre i ceci in purea passati con il passaverdure, l'olio, l'aglio e il prezzemolo, i semi di sesamo la tahina, il cumino e il sale.
Mescolare amalgamando bene la crema.
Tenere al fresco prima di servire.

Comporre le bruschette:

Bruschetta ai fiori di zucca
Fiori di zucca passati per qualche min in padella con aglio e acciuga.
Disporre sulle bruschette calde della mozzarella sbriciolata e i fiori.

Bruschetta alle olive
Disporre sulle bruschette calde della mozzarella sbriciolata e le olive verdi e un filo d'olio evo 

Bruchetta con hummus
Disporre l'hummus fresco sulla bruschetta calda

Bruschetta classica
Aglio, olio, pomodorini e basilico

Completiamo la serata con 2 paste leggere e deliziose.
Una classica pasta fredda gamberi e zucchine, aromatizzata però dalle fresche farfalle al limone "Tarall'Oro" e una pasta da servire calda o tiepida composta di "strascinat" integrali con purea di asparagi, moscardini e granella di pistacchi.

E per il vino?
Un buon Vermentino potrebbe proprio fare al caso nostro!

Buona giornata a tutti voi
Besos 
Si








Post più popolari